'O MERCATINO
(Ottavio Buonomo - Maria Aprile)

Dove c' Ottavio si parea!

Quando c' il mercatino
'ca se f int'a semmana,
veco 'o prezzo 'ncopp'o banco
vado add veco il risparmio.
Trovo sempre a zia Maria
'ca scava nelle pezze
e 'nu sterio int'e 'rrecchie
manna sempe ... 'o Zappatore!

Al bancone di zio Ciccio
trovi sempre il cartoccio
'e pezzelle e panzarotte
'ca t'he 'lleggerisce 'a notte.
Il pesce sempre fresco
solo qua lo puoi trovare,
vungulelle e triglie rosse
p'a signora 'ca tene 'e 'mmosse!

Comm' bello 'stu mercato
chesta festa rionale,
'a signora scenne 'a coppa
e accummencia 'o vottavotta...
E 'o criaturo 'ca f 'a vizie
pecch v 'a liquirizia
piglia pacchere a minuto
c'addeventa 'nzallanuto.

Troppo bello 'stu mercato
quest'amore ritrovato,
ce sta pure chella gente
'ca nun v spennere niente,
c' il guaglione che cammina
con il mezzo tra la folla
una voce forte dice...
sei un figlio di mappina!

Scendo sempre di mattina,
mi ritiro all'ora 'e pranzo
faccio sempe 'o 'ppoco 'e 'nciucio
pe sap 'e fatte 'e chill'ate,
poi arriva Zia Nannina
e ci porta novit
'e chella perzona 'll
'ca 'o nomme nun se p fa.

Comm' bello 'stu mercato
'a signora scenne 'a coppa
e accummencia 'o vottavotta...
E 'o criaturo 'ca f 'a vizie
pecch v 'a liquirizia
piglia pacchere a minuto
c'addeventa 'nzallanuto.

Troppo bello 'stu mercato
quest'amore ritrovato,
ci sta pure quella gente
'ca nun v spennere niente,
c' il guaglione che cammina
con il mezzo tra la folla
una voce forte dice...
s 'nu figlio 'e latrina!

 

INDIETRO