Destinazione Totò

 

DESTINAZIONE TOTO'

Il 25 ottobre 2013 debutta al Teatro Lendi di Sant'Arpino (Ce) lo spettacolo "Destinazione Totò", scritto, diretto e interpretato da Ottavio Buonomo. Una grande produzione che apre la stagione teatrale "T-RE". In scena troviamo attori, cantanti e ballerine, più di 50 costumi di scena. Un bellissimo omaggio dedicato al Principe Antonio De Curtis in arte Totò.

"Destinazione Totò" è tra gli spettacoli più belli di Ottavio Buonomo, tra quelli che il pubblico aspettava. La commedia piace molto anche i fan di Totò che apprezzano il lavoro di Buonomo affiancato dagli attori Angelo Perotta, Melania Pellino, Angelo Imperatore (il simpatico macchinista Peppino), Gennaro Perotta (il proprietario del teatro) e Laura Orabona (nel ruolo di sua figlia), le cantanti Anita Mollo e Marianna Capasso e un corpo di ballo formato da Nastassia Avolio, Stefania Piscopo, Iolanda Crispino e Vania Buonanno. Nello spettacolo tante canzoni di Totò.

La locandina di "Destinazione Totò"

 

INFORMAZIONI

 

OTTAVIO BUONOMO
MELANIA PELLINO
ANGELO PEROTTA

in

DESTINAZIONE TOTO'

Commedia con musiche dedicata al Principe Antonio De Curtis

con
ANITA MOLLO
LAURA ORABONA
GENNARO PEROTTA
MARIANNA CAPASSO


e con
ANGELO IMPERATORE

Corpo di ballo
NASTASSIA AVOLIO, VANIA BUONANNO, IOLANDA CRISPINO, STEFANIA PISCOPO

Coreografie: NASTASSIA AVOLIO
Musiche: OTTAVIO BUONOMO
Arrangiamenti: PIETRO LANZA PELUSO
Consulenza musicale: MARIANNA CAPASSO
Direzione tecnica: ANDREA DI NARDO
Direttore di scena: ENZO DI SANTO
Consulenza artistica: PAOLO DRIUSSI
Ufficio stampa: SALVATORE d'ANZA
Foto di scena: BARBARA CAPASSO
Scene: COMIC ART
Organizzazione: ROBERTO D'ANIELLO
Attrezzeria e costumi: MARIA APRILE e MIMMA ESPOSITO
Aiuto regia: ANGELO PEROTTA

Regia: OTTAVIO BUONOMO

 

 

Ottavio Buonomo imita Totò

 

OMAGGIO A TOTO’ CON UN GRANDE OTTAVIO BUONOMO
TEATRO - Al Teatro Lendi, debutta ''Destinazione Toto' ''.
Omaggio alla cultura napoletana della compagnia di Ottavio Buonomo.


SANT'ARPINO (CE) - Si è tenuta il 25 ottobre al teatro Lendi di Sant’Arpino la prima di tre serate della rassegna teatrale T-re in omaggio alla cultura napoletana, lo spettacolo è stato un sentito e commosso omaggio a Totò, principe della risata, ed ha riproposto sketch, monologhi e canzoni, alcune inedite, intervallati da stacchetti del corpo di ballo. Fra i numeri più celebri, quello del vagone-letto, che vede protagonista l’Onorevole Trombetta, Pinocchio, ‘a Livella, Malafemmena ed anche “Cosa sono le nuvole”, brano di Modugno inserito nell’omonimo episodio, diretto ed interpretato da Pasolini, del film “Capriccio all’italiana”. Protagonista della serata la compagnia del poliedrico arista Ottavio Buonomo, anche regista dello spettacolo ed autore delle musiche a cui ha collaborato anche Pietro Lanza Peluso con la consulenza di Marianna Capasso, che comprende come spalle principali Angelo Perotta e Melania Pellino. Inutile dire che la sala era piena e ciò ha decretato il successo della serata, in particolare è stato applauditissimo il numero di Pinocchio in cui si da risalto alla bravura mimica di Buonomo che incarna alla perfezione il principe in ogni minimo dettaglio, infatti egli afferma: “Essere riuscito a realizzare uno spettacolo su Totò è per me un sogno che si avvera”. Ovviamente, il plauso va anche a Perotta e Pellino ed agli altri componenti della compagnia; Angelo Imperatore, Gennaro Perotta, Laura Orabona, la cantante Anita Mollo ed il corpo di ballo composto dalla coreografa Nastassia Avolio e da Vania Buonanno, Iolanda Crispino e Stefania Piscopo. Fra gli ospiti, presente Franco MelidoNi, il bimbo di Miseria e Nobiltà, che ha raccontato svariati aneddoti.
(di Angelo Amitrano, da "Il corriere della Campania")

 

Ottavio Buonomo con il cast al Teatro Lendi di Sant'Arpino (Ce)

 

In arrivo 'Destinazione Totò', uno show di Ottavio Buonomo

SANT'ARPINO - C’è l’aria dei grandi eventi stamattina al Teatro Lendi. Ottavio Buonomo appare in forma, parla prima al telefono sorridendo, poi si consulta con l’attore e regista Angelo Perotta, mi riceve nel camerino. Noto tra le quinte gli oltre 50 costumi di scena, un numero abbastanza “importante” visto la crisi: sono costumi luccicanti, giacche (tantissime), gonnellini, parrucche, tuniche, frack, cappelli. Mi soffermo su un costume che sembra di aver già visto, in effetti è la riproduzione esatta di uno indossato da Totò ma che non posso svelare per quello che sarà sicuramente un sicuro effetto sorpresa.
Ed ecco, dall’ingresso artisti sfilare bellissime ragazze con dei borsoni. Siamo alle ultime prove di “Destinazione Totò”, una serata-evento. Il sipario si alzerà il 25 ottobre 2013 al Cinema Teatro Lendi di Sant’Arpino. La commedia con musiche dedicata al Principe Antonio De Curtis vede il ritorno di Ottavio Buonomo in uno spettacolo tutto suo, di cui cura la produzione insieme con il collega Angelo Perotta e il Conte Gennaro Cocorullo, ma firma anche testi, musica, arrangiamenti musicali con il maestro Pietro Lanza Peluso e la regia. Con lui in scena troviamo oltre al già citato Perotta anche l’attrice Melania Pellino, gli attori Gennaro Perotta e Angelo Imperatore, la giovanissima Laura Orabona, la cantante Anita Mollo e un corpo di ballo tutto al femminile formato da Nastassia Avolio (anche coreografa), Vania Buonanno, Iolanda Crispino e Stefania Piscopo.
E’ uno spettacolo “per” Totò e non “su” Totò, precisa il programma di sala. Sono tra i primi a leggerlo. Una imponente operazione, un grande impegno verso i fan che aspettano di vedere i propri beniamini affrontare testi importanti della cultura teatrale partenopea, una produzione molto attenta alle esigenze del pubblico che vede coinvolti tantissimi artisti non solo per il 25 ottobre ma anche per altre serate in cui, sempre al Lendi, andranno in scena omaggi a Eduardo e a Scarpetta. Ecco cosa Ottavio Buonomo dichiara: “Da molto volevo realizzare uno spettacolo del genere. So che in un momento così particolare è difficile far ridere, io però voglio provarci. Se riuscirò in questa impresa sarà anche grazie ai miei collaboratori, sempre pronti, precisi, bravissimi! Non è una “operazione” di nostalgia verso un “modo” di fare spettacolo che poteva essere quello di Totò ma anche di altri grandi comici come Gino Bramieri e Nino Taranto che sono comunque citati nella commedia, ma un esempio di come la vera comicità non risente del tempo trascorso, ma risulta assai efficace. Oltre ad alcuni sketch famosi di Totò come il “Vagone letto” che abbiamo rivisitato, ci sono brani inediti, pezzi in cui cerchiamo di spiegare, con il sorriso, il mestiere dell’arte, il mestiere del comico, il mestiere di Totò e come il Principe si accostava alla recitazione, a come sono diversi i canoni della sua comicità, che a differenza di ciò che scrissero alcuni critici, è così varia, capace di rinnovarsi di anno in anno, noteremo come gli sketch che Totò interpretava negli anni Venti e Trenta sono diversi da quelli poi portati sul grande schermo oppure in televisione. Sarà un viaggio che illustrerà ancora di più, qualora ce ne fosse bisogno, la grandezza di Totò sia come attore che come uomo.
Ascolteremo il Totò poeta, ci emozioneremo con le canzoni del Principe affidate alla bella voce di Anita Mollo, e ci sarà spazio anche per il Totò surreale, la macchietta, il burattino, l’uomo che ha cambiato la storia dello spettacolo italiano, l’attore ricordato troppo tardi e rivalutato in extremis dai grandi registi come Lattuada e Pasolini, e infatti ci saranno anche dei versi del poeta e regista, il tutto unito naturalmente al Totò più amato dai fan, quello delle commedie, dei film girati in fretta e delle “totoate” che però sono state il punto più forte e più rappresentativo della sua straordinaria carriera. Vi aspetto il 25 ottobre al Cinema Teatro Lendi!”.
(di Salvatore d’Anza, da "Il gazzettino locale")

 

Destinazione Totò', un grande successo firmato dal duo Buonomo-Perrotta

SANT'ARPINO - L’attesa era forte, come la curiosità, la voglia di capire il duo Buonomo – Perotta sta volta cosa si era inventato per stupire nuovamente e in maniera diversa e originale il pubblico. Quando si tratta poi di ricordare il principe De Curtis, però, il lavoro si complica e non poco poiché Totò nei nostri ricordi e nel nostro cuore non è mai morto e quotidianamente lo ricordiamo vedendo i suoi film e descriverlo, raccontarlo e reincarnarlo con una veste nuova diventa un compito non facilissimo.
Il rischio di cadere nel banale e nello scontato è altissimo; eppure Ottavio è riuscito a superarlo! Quello andato ieri sera di scena al Lendi forse è il vero capolavoro artistico di Ottavio Buonomo (regista, autore e protagonista del copione). Una continuo stupire il pubblico e omaggiare il grande principe della risata passando attraverso imitazioni, poesie, canzoni, sketch e il mitico Pinocchio di Totò. Il tutto condito: dalla straordinaria performance di Angelo Perotta (cosa sulla quale i dubbi erano meno di zero), dalle conferme artistiche di Melania Pellino e Angelo Imperatore, da Laura Orabona e Gennaro Perotta piacevoli novità della serata in quanto al debutto nel cast del duo Buonomo – Perotta, dalla meravigliosa voce di Anta Mollo, dalla sorpresa Marianna Capasso e da un corpo di ballo perfetto e sincronizzato formato da Nastassia Avollio, Iolanda Crispino, Stefania Piscopo e Vania Buonanno.
Evento reso unico ed eccellente grazie anche alla magnificenza del lavoro svolto da chi sta dietro le quinte come: Andrea Di Nardo (direttore tecnico), Enzo Di Santo (direttore di scena), Maria Aprile (attrezzista e consulente artistica) e Mimma Esposito (costumista e grandiosa nel permettere di sfoggiare oltre 50 abiti di scena). Un plauso va anche ha chi ha creduto e sostenuto il progetto dalla fase embrionale a quella realizzativa: il conte Gennaro Cocorullo, promoter dello spettacolo. A chiudere la serata Franco Melidoni, ospite d’onore e padrino della rassegna T-RE, (per intenderci il cameriere di Miseria e nobiltà che ripeteva: “Vincenzo m’è padre a me!”) il quale onorato dell’invito si complimenta con il cast e soprattutto con Ottavio Buonomo per la maestria avuta nel far volare le oltre due ore di spettacolo esilarando continuamente il pubblico. Commento che inorgoglisce Ottavio, il quale, commosso, nel ringraziare tutti coloro che hanno permesso la realizzazione della serata dedica la stessa a Giuseppe Colasanti, suo amico e collega scomparso prematuramente lo scorso giovedì.
(di Salvatore d'Anza, da "Il gazzettino locale")


 

Ottavio Buonomo con il cast dello spettacolo

 

DESTINAZIONE TOTO'

L’aveva annunciato in una precedente intervista, detto e fatto, Ottavio Buonomo, presenta domani al Cinema Teatro Lendi di Sant’Arpino (Ce), alle ore 20:30, lo spettacolo musicale Destinazione Totò, che lo vedrà impegnato come autore, regista, attore, compositore e produttore. Raccontare la vita di un grande comico come non è stata mai raccontata è stata negli anni la più grande ambizione di Buonomo. Il suo studio sul Principe del sorriso, Antonio De Curtis, porta sul palcoscenico una commedia musicale di un genere nuovo: le scene dei film di Totò saranno ampliate, modificate e riscritte da Buonomo.
La commedia, racconta Buonomo, inizierà soltanto dopo alcuni minuti di meditazione di tutti i presenti a sipario chiuso, una sorte di contemplazione come era avvenuta per i re magi alla nascita di Gesù, allo stesso modo noi aspetteremo la nascita del teatro e dello spettacolo, avvenuta proprio grazie a Totò. Quando presenti un genere nuovo c’è sempre una grande paura; raccontare un grande comico senza regole, senza attenersi a ciò che è già stato raccontato è un grande rischio, ma è anche provare ad essere interpreti fedeli e creativi di una vita altrui a cui dobbiamo la passione e il lavoro, il continuo desiderio di migliorarsi e di creare, di nascere ogni volta sul palco del teatro.
L’ulteriore novità della commedia scritta da Buonomo, sarà l’attenzione all’universo femminile, il corpo di ballo, formato solo da donne, danzerà sulle note delle colonne musicali dei film di Totò e ancora una voce femminile intonerà la canzone Malafemmina.
L’elogio a Totò ripercorre la sua passione per il teatro e per le donne, ma molto di più, aggiunge Buonomo, racconta alla società odierna la forza delle donne, capaci di provare sentimenti molto più forti degli uomini, nel bene e nel male.
Buonomo crea cosi un miscuglio vincente di storia del teatro, talento e attualità: molte saranno le allusioni anche al mondo della politica
(di Lucia Cirillo, da "Meridiana Magazine")

 

 

Melania Pellino

 

“Destinazione Totò”, Omaggio di Ottavio Buonomo

SANT’ARPINO (CE) – L’attore e regista Ottavio Buonomo il 25 ottobre prossimo, presso il Cinema Teatro Lendi a Sant’Arpino (Ce), andrà in scena con “Destinazione Totò”, uno spettacolo dedicato al principe Antonio De Curtis in arte Totò.
Ottavio vanta quasi cinquanta titoli teatrali, tanta televisione, una discografia che conta più di quattrocento brani registrati, una lunga gavetta, tanti successi e l’incontro con il grande Enrico Montesano che ha affiancato in due tour. Stavolta però Buonomo ha deciso di realizzare un sogno già “anticipato” da un album pubblicato qualche mese fa dal titolo “Totò, una via nel mio nome”, in cui l’artista reinterpretava alcune delle canzoni più belle del comico napoletano famoso in tutto il mondo.
“Destinazione Totò” è presentato come una commedia musicale, con Ottavio Buonomo in scena troviamo gli attori Angelo Perotta, Melania Pellino, Angelo Imperatore, Laura Orabona e Gennaro Perotta, un corpo di ballo tutto al femminile formato da Nastassia Avolio (impegnata anche come coreografa), Vania Buonanno, Iolanda Crispino, Stefania Piscopo, la bella e brava cantante Anita Mollo e ospiti d’eccezione come Marianna Capasso e personaggi legati alla figura del Principe.
Uno spettacolo divertente, emozionante, pieno di colpi di scena, tante trovate di regia, cinquanta costumi, tante belle canzoni, musiche originali, arrangiamenti eleganti e un profondo rispetto per l’arte di Totò e per la personalità di Antonio De Curtis.
Lo spettacolo dedicato a Totò apre una mini-stagione di tre spettacoli, infatti seguiranno un omaggio a Eduardo (il 15 novembre) e uno a Scarpetta (il 13 dicembre).
M.V.M:”“Destinazione Totò”. Perché questo titolo?”
O.B.: “Perché attraverso un omaggio vero e sentito, attraverso ciò che si racconta si conduce il pubblico ad una maggiore conoscenza, quindi “Destinazione Totò” inteso come raggiungimento di un obiettivo. Ma il titolo potrebbe anche essere “Prove e ri-prove per uno spettacolo su Totò”.”
M.V.M.: “Ci puoi anticipare qualcosa della trama?”
O.B.: “Il protagonista infatti sta per realizzare un nuovo lavoro teatrale dedicato al Principe Antonio De Curtis, ed è consapevole che può essere rischioso confrontarsi con il repertorio teatrale e cinematografico del più grande comico di tutti i tempi. Cosa inserire nello spettacolo? Quali canzoni interpretare? Come rispettare il pensiero, l’arte e le memoria di Totò?”
M.V.M.: “Ovvero i tuoi dubbi quando prepari un nuovo lavoro?”
O.B.: “Forse… In quasi cento minuti assistiamo ad una giornata di teatro che l’attore Ottavio trascorre con sua figlia Anna ripropone efficaci sketch teatrali presi dal mondo della rivista degli anni Trenta e Quaranta, da quelle riviste che vedevano protagonista un Totò surreale, dinoccolato, straordinario e “comicissimo” (come all’epoca si usava scrivere sui manifesti pubblicitari).
M.V.M.: “Anticipa qualcos’altro…”
O.B.: “Dialoghi, poesie, storie poco note al grande pubblico a sketch totalmente rivisitati come “Il Vagone letto”. Una occasione di sorridere pensando alla dolcezza di un Uomo che ha cambiato il mondo dello spettacolo non solo nella nostra nazione.
M.V.M.: “Concludendo…”
O.B.: ““Destinazione Totò” per “destinare” e “tramandare” l’arte del principe grazie ai suoi capolavori, momenti che hanno caratterizzato la carriera ineguagliabile di un uomo straordinario.”
(di Vittoria Maltese, da "Il quotidiano di Salerno")

 

Ottavio Buonomo e Angelo Perotta

 

"Destinazione Totò"
TEATRO LENDI DI SANT’ARPINO (Ce)


Anche in abbonamento per la stagione “T-RE … omaggio alla cultura teatrale partenopea” a cura della Comic Art e Il Teatro di Ottavio in collaborazione con la Gelateria “Paradiso di stelle” di Acerra (NA) - Botteghino: Teatro Lendi – Gelateria Paradiso di Stelle Acerra
“Destinazione Totò”. Perché questo titolo? Perché attraverso un omaggio vero e sentito, attraverso ciò che si racconta si conduce il pubblico ad una maggiore conoscenza, quindi “Destinazione Totò” inteso come raggiungimento di un obiettivo. Ma il titolo potrebbe anche essere “Prove e ri-prove per uno spettacolo su Totò”. Il protagonista infatti sta per realizzare un nuovo lavoro teatrale dedicato al Principe Antonio De Curtis, ed è consapevole che può essere rischioso confrontarsi con il repertorio teatrale e cinematografico del più grande comico di tutti i tempi. Cosa inserire nello spettacolo? Quali canzoni interpretare? Come rispettare il pensiero, l’arte e le memoria di Totò? In quasi cento minuti assistiamo ad una giornata di teatro che l’attore Ottavio trascorre con sua figlia Anna, interpretata dalla giovanissima attrice Laura Orabona (scelta ai casting per lo spettacolo) e i valenti colleghi Angelo Perotta e Melania Pellino, con i quali ripropone efficaci sketch teatrali presi dal mondo della rivista degli anni Trenta e Quaranta, da quelle riviste che vedevano protagonista un Totò surreale, dinoccolato, straordinario e “comicissimo” (come all’epoca si usava scrivere sui manifesti pubblicitari). Fra gli attori della compagnia troviamo anche figure come il simpatico tecnico Peppino, un censore autorizzato che “censura” pure le canzoni classiche napoletane e Claveri, il proprietario del Teatro “’O covo ‘e Napule” che danno vita allo spettacolo unitamente al corpo di ballo formato Nastassia Avolio (impegnata anche come coreografa), Vania Buonanno, Iolanda Crispino, Stefania Piscopo. Le ballerine danzano sulle note delle canzoni di Totò magistralmente interpretate sia da Ottavio Buonomo che dalla cantante Anna Mollo e sulle musiche dei suoi film arrangiate dal maestro Pietro Lanza Peluso.
Si sa che nelle prove di uno spettacolo gli attori e i tecnici amano raccontare e ricordare, quindi l’aneddotica teatrale ci riporta a diversi momenti della vita e della scena di Totò, alternando dialoghi, poesie, storie poco note al grande pubblico a sketch come “Il Vagone letto” (riproposto poi anche al cinema e in televisione) e “Pasquale”, che il comico interpretava con la spalla Mario Castellani e che in “Destinazione Totò” possiamo vedere nell’interpretazione rivisitata da Ottavio Buonomo con Angelo Perotta. Non mancheranno il “burattino” ed altre citazioni, fra tutte la famosa “lettera alla malafemmena”.
Si raccontano quindi i fasti teatrali di Totò, dagli inizi a Napoli a quando divenne il primo comico dell’Ambra Jovinelli interpretando il repertorio di De Marco, passando per le grandi riviste che debuttarono al tanto amato Teatro Sala Umberto in cui anche Ottavio ha recitato. Nel 2011 infatti affiancò Enrico Montesano in “Passeggiate romane”, un grande spettacolo che festeggiava i cento anni del grande teatro.
“Destinazione Totò” per “destinare” e “tramandare” l’arte del principe grazie alle sue parole, capolavori come “’A livella” e “’O sole”, le note delle sue canzoni come “Malafemmena”, “Carmè Carmè”, “Miss mia cara miss”, “Baciami” e “Filomè”, i pensieri espressi nelle varie interviste, momenti che hanno caratterizzato la carriera ineguagliabile di un uomo straordinario.
Ottavio Buonomo ha raccolto la colonna sonora dello spettacolo nell’album “Totò, una via nel mio nome” pubblicato nel luglio 2013 che contiene anche una bella versione strumentale di “Malafemmena”.
Lo spettacolo andrà in scena il 25 ottobre 2013 presso la Sala 4 del Cine Teatro Lendi, una grande struttura sita a Sant’Arpino (Ce). Facilmente raggiungibile. Ampio parcheggio, punto ristoro, bar e sala climatizzata.
(dal sito antoniodecurtis.com)

 

La ballerina Stefania Piscopo

 

Ottavio Buonomo e Melania Pellino

 

Ottavio Buonomo con il corpo di ballo

  

Ottavio Buonomo con il cappello da bersagliere

 

Ottavio Buonomo con Franco Melidoni, il "Peppeniello" del film "Miseria e nobiltà" con Totò e Sophia Loren per la regia di Mario Mattoli

 

Ottavio Buonomo e Melania Pellino in un momento dello spettacolo

 

Angelo Perotta

  

Ottavio Buonomo nello spettacolo "Destinazione Totò"

 

Le ballerine di "Destinazione Totò"

 

Ottavio canta

BACIAMI
FILOME'
CARME' CARME'
MISS MIA CARA MISS
ME SONGO ANNAMMURATO
LA MAZURKA DI TOTO'

 

INDIETRO