Aggiungi un posto a tavola

 

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA

Il classico dei classici della commedia musicale italiana

Ottavio lavora ad un classico della commedia musicale italiana. "Aggiungi un posto a tavola" è sicuramente il capolavoro di Garinei e Giovannini. L'edizione portata in scena da Ottavio e prodotta dall'Associazione Voci del Cuore Onlus, è abbastanza fedele all'originale. Ottavio interpreta il ruolo del sindaco Crispino. Il primo ruolo da "cattivo" che interpreta nella sua carriera. Ad affiancarlo troviamo Andrea Di Nardo, Maddalena Landretta, Cristina Di Nardo, Enzo Lenzi, Daniela De Luca, Luigi Mugnolo, Marco Maffei e i ragazzini del Piccolo Coro Voci del Cuore. Lo spettacolo debutta l'8 aprile 2005 al Teatro Italia di Acerra, ma è nel maggio dello stesso anno, al Teatro Cilea di Napoli, che avviene la consacrazione: lodi della stampa, complimenti da parte del pubblico e della critica, e persone "in piedi" (con i posti a sedere esauriti). La regia dello spettacolo è curata da Ottavio Buonomo e da Maria Aprile.

A sinistra la locandina ufficiale dello spettacolo diretto da Ottavio Buonomo e Maria Aprile

 


Scheda dello spettacolo

 

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA


Commedia musicale di
GARINEI & GIOVANNINI
scritta con IAIA FIASTRI
musiche di ARMANDO TROVAJOLI

Adattamenti di Cristina Di Nardo e Maria Aprile
Coreografie di Daniela De Luca ed Enzo Lenzi
Arrangiamenti musicali di Pietro Lanza Peluso
Arrangiamenti musicali di Maria Aprile
Arrangiamenti musicali di Andrea Di Nardo
Direzione musicale di Maria Aprile

 

 


Personaggi e interpreti:

Don Silvestro (Andrea Di Nardo)
Crispino (Ottavio Buonomo)
Consolazione (Maddalena Landretta)
Clementina (Cristina Di Nardo)
Toto (Enzo Lenzi)
Ortensia (Daniela De Luca)
L'altissimo prelato (Luigi Mugnolo)
Il carabiniere (Marco Maffei)
La voce di Lassù (Antonio Milizia)


La gente di paese:

Antonio Albachiara
Aldo Calabrese
Valentina Ciarla
Carla Cirillo
Chiara Di Nardo
Marta D'Inverno
Monia Libero
Morena Moscarella
Giusi Paolella
Carla Puzone
Ermelinda Russo
Costanza Tagliamonte


Gli animali:

Mara Ciarla
Ignazio Dublino
Maddalena Dublino
Angela Esposito
Angela Maria Esposito
Carmen Esposito
Francesco Esposito
Antonio Marchese
Vincenzo Mercadante
Viviana Mercadante
Tonia Paolella
Luigi Russo
Roberta Sammarco
Alessandro Saporito
Katia Soriano
Carla Tortora
Marcello Varriale


con la partecipazione straordinaria di
Alessia Caruso


La registrazione dei cori è stata effettuata negli studi "New World" del maestro Pietro Lanza Peluso in Casanuovo di Napoli. Hanno registrato i cori in ordine alfabetico: Antonio Albachiara, Ottavio Buonomo, Giovanni Carofaro, Valentina Ciarla, Marta D'Inverno, Andrea Di Nardo, Chiara Di Nardo, Cristina Di Nardo, Maddalena Landretta, Enzo Lenzi, Maurizio Megna, Morena Moscarella, Federico Mugnolo, Giusi Paolella, Mariarosa Pintauro, Carla Puzone, Fabio Roca, Ermelinda Russo, Luigi Russo e Costanza Tagliamonte.

 

Opuscolo illustrativo per i giornalisti alla presentazione ufficiale dello spettacolo


 

Coreografie: Daniela De Luca ed Enzo Lenzi
Scenografie: Giovanni Balzano
Costumi: Maria Rosaria Iamunno e Michela Di Nardi
Parrucchiere: Zig Zag Parrucchieri (Corso Italia, Acerra)
Direttrice di scena: Mariarosa Pintauro
Assistenti di scena: Assunta Soriano e Valeria Arina
Truccatori: Maurizio Megna e Maddalena Landretta
Tecnico luci: Franco Vernazzaro
Tecnici audio: Pietro Lanza Peluso e Maurizio Megna
Service audio: Voci del Cuore
Service luci: Java service
Foto locandina: Antonio La Peruta
Regia televisiva: Salvatore Rinaldi


Un ringraziamento particolare a:

"Calcagni Tappezzerie" - Acerra
"Fiordaliso In" - Acerra
"Mail Boxex Etc." - Acerra
"Ottica del Nilo" - Napoli
Protezione Civile di Acerra
Croce Rossa di Acerra
Fraternità - Pompei


Brigadiere Agostino D'Avanzo
Maresciallo Peppino Mercadante
Don Giancarlo Petrella
Dottor Michelangelo Riemma
Paolo Romano


Regia di
OTTAVIO BUONOMO e MARIA APRILE

 

Storia musical

Questa grande commedia musicale nacque dalle menti geniali di Garinei & Giovannini, che con Iaia Fiastri per i testi ed Armando Trovajoli per le musiche, seppero preparare una miscela esplosiva fatta di un grande cast, bellissime canzoni e una storia fuori dal comune. Insomma non è certo tutti i giorni che arrivano "certe telefonate" ad un parroco di "un piccolo paese di montagna, che sta qui o lì, ovunque piaccia a chi sta ascoltando...". Quindi una commedia senza tempo e senza luoghi precisi, una bellissima favola che si apre proprio con "C'era una volta, anzi c'è, o meglio ancora, potrebbe esserci" ... "Aggiungi un posto a tavola" debuttò al Teatro Sistina in Roma l'8 dicembre 1974. La locandina dello spettacolo annunciava i tre protagonisti: Johnny Dorelli, Paolo Panelli e Bice Valori. Le coreografie erano a cura di Gino Landi. Direttore tecnico dello spettacolo Carlo Maresti. La voce di Lassù era affidata al grande doppiatore cinematografico italiano Renato Turi. Nel ruolo di Clementina vi troviamo invece la debuttante Daniela Goggi (sorella di Loretta), che nel 1976 venne sostituita da Jenny Tamburi, stellina del cinema italiano degli anni Ottanta. Nel marzo 1990 la terza edizione dello spettacolo aveva rivoluzionato il cast, nel ruolo di Don Silvestro troviamo sempre il grande Johnny Dorelli, nel ruolo del grettissimo sindaco un magistrale Carlo Croccolo e nel ruolo di Consolazione la bella e impareggiabile Alida Chelli, nel ruolo di Toto invece troviamo Adriano Pappalardo (già "Signor Ricominciamo della Canzone Italiana" con alle spalle diverse esperienze come attore), nel ruolo di Clementina le giovane Tania Piattella. L'unica attrice mai sostituita in tutte le quattro edizioni del musical (compresa quella del 2002/2003 con Giulio Scarpati, Enzo Garinei, Chiara Noschese, Max Giusti e Martina Stella) è stata Christy, nel ruolo di Ortensia. C'è da dire che questa commedia musicale ha fatto il giro del mondo, dall'Inghilterra alla Germania, ottenendo sempre grandissimi successi di pubblico e larghi consensi dalla critica.

 

 Musical oggi

L'edizione presentata dall'Associazione "Voci del Cuore" nasce da un adattamento di Cristina Di Nardo e Maria Aprile. Essa ha richiesto più di 450 giorni di preparazione: realizzazione delle basi (ognuna rifatta grazie all'impegno del maestro Pietro Lanza Peluso, di Andrea Di Nardo e della maestra Maria Aprile), registrazione dei cori, mixagi di tutti i brani, una scenografia che al "Teatro Italia" di Acerra "non si è mai vista", ardue ed estenuanti prove coreografiche dirette dai ballerini Daniela De Luca ed Enzo Lenzi (da premettere che il cosiddetto corpo di ballo è formato soprattutto dai ragazzini delle Voci del Cuore, che non sono assolutamente ballerini), telefoni che squillavano in continuazione come impazziti, ore ed ore di prove individuali tra gli attori, e non solo ... insomma una lunga ed appassionata avventura che ha unito i partecipanti non solo artisticamente ma soprattutto nello spirito di sacrificio e nella voglia di dare il meglio di sè. Di cose fatte ce ne sono state tante, ma altrettante se ne sarebbero potute ancora fare, se non fosse per quegli "altissimi costi di realizzazione". La regia di questo spettacolo è del giovane attore Ottavio Buonomo e della meastra Maria Aprile: il primo ha rivolto le sue attenzioni e i suoi accorgimenti alla recitazione, la seconda ha curato con grande maestria la parte musicale della commedia, ma certamente insieme hanno collaborato affinchè si potesse raggiungere un più alto livello professionale nonostante il cast fosse formato da quasi tutti dilettanti.

 

Gianni Morandi con Ottavio Buonomo mostra a fotografi e giornalisti la locandina ufficiale di "Aggiungi un posto a tavola" (e ne firma anche 4 - 5 copie)

 

Commenti

DON SILVESTRO: Nel ruolo del bravo e carismatico curato di questa piccola parrocchia troviamo Andrea Di Nardo. Alle spalle ha già 8 anni di carriera come cantante, dapprima era nelle "Voci del cuore", successivamente divenuto un "cantore del cuore" dalla prima formazione del gruppo. E' alla sua prima esperienza come attore protagonista e nel musical ha curato anche gli arrangiamenti insieme con il maestro Pietro Lanza Peluso e Maria Aprile. Andrea ha prestato la sua voce anche per la registrazione dei cori. "E' il sogno della mia vita che si avvera. Don Silvestro poi è un personaggio dotato di grande carisma, ligio al dovere, fedele alla sua religione e ai suoi ideali. E' stato un piacere lavorare con questo gruppo straordinario ed in particolare con il mio mentore Ottavio Buonomo".

CRISPINO: Nel ruolo dell'antagonista, il burbero e avarissimo sindaco Crispino troviamo Ottavio Buonomo, volto noto del teatro, memorabile interprete di spettacoli come "Mariopio, gli altri ed io". E' divenuto consigliere delle "Voci del cuore" nel febbraio 2005. La regia dello spettacolo è affidata ad Ottavio Buonomo (per la parte recitata) e a Maria Aprile (per la parte musicale). Ottavio ha prestato la sua voce anche per la registrazione dei cori. "Ho accettato questo personaggio perchè credo sia il più antipatico che io abbia mai interpretato in quattordici anni di carriera (che dura grazie all'affetto del pubblico che mi apprezza e mi segue e che io considero come una grande famiglia). Il personaggio è si antipatico, ma finisce col fare tenerezza a tutti. Ho avuto dei compagni di lavoro stupendi in questi due anni di preparazione, hanno mostrato un grandissimo impegno. Che dire?! Ragazzi, vi voglio tanto tanto bene !".

 

Locandina dello spettacolo per il Teatro Cilea di Napoli

 

CONSOLAZIONE: Nel ruolo della "pecorella smarrita" Consolazione troviamo la bella, simpatica e brava Maddalena Landretta, con le "Voci del Cuore" sin dal 1997, pioniera poi dei "Cantori del cuore" (la prima formazione era costituita da Andrea Di Nardo, Cristina Di Nardo, Angelica Fico e Maddalena Landretta). Maddalena ha prestato la sua voce anche per i cori. Magistrale è la sua interpretazione del brano "Consolazione", presentazione canora del personaggio. "Una straordinaria esperienza accanto ad un cast fantastico. Un grande passo che ci ha visti impegnati anima e corpo in qualcosa che, all'inizio, sembrava molto più grande di noi, e invece ci ha regalato momenti di sano divertimento, emozioni e tantissime soddisfazioni. Spero che anche per Voi sia lo stesso. Buon divertimento dalla vostra Consolazione !!!".

TOTO: Nel ruolo di Toto, ragazzo che ne vive di tutti i colori (a cominciare dai suoi capelli, ndr.), dapprima scapolo ingenuo e poi ... troviamo il grande e simpaticissimo ballerino Enzo Lenzi, calatosi perfettamente nel ruolo affidatogli dai due registi. Non è la prima volta che Enzo Lenzi collabora con le "Voci del Cuore", in precedenza è stato ospite negli spettacoli organizzati da Maria Aprile in veste di ballerino. Enzo Lenzi ha prestato la sua voce anche per i cori del musical. "Sono molto contento di quanto fatto. E' stata una bellissima avventura. Mi sono immedesimato molto in Toto, il che è grave, in quanto ... vedrete allo spettacolo. Le mie congratulazioni vanno ai registi per la scelta del cast, in particolare alla scelta di mia moglie, purtroppo solo nella finzione ...".

CLEMENTINA: Nel ruolo della dolce Clementina, figlia del burbero sindaco Crispino, troviamo Cristina Di Nardo, dal 1997 membro delle "Voci del cuore" e successivamente dei "Cantori del Cuore". Clementina è un personaggio che lei ha sempre amato. Cristina Di Nardo ha curato personalmente con Maria Aprile l'allestimento di questa commedia. "Sinceramente non avrei mai creduto di ritrovarmi su un palcoscenico a recitare e a ballare, data la mia predisposizione per il canto. Mi diverte interpretare Clementina, personaggio solare e sognatore, in cui per una parte mi ci ritrovo. Complimenti anche ai miei "colleghi", con cui mi sono divertita un mondo; una attenzione particolare va all'interprete di Don Silvestro, Andrea, che si è impegnato molto in questo lavoro, anche non essendo molto portato per la recitazione ... beh, per i risultati, valutate voi!"

 

 

ORTENSIA: Nel ruolo di Ortensia, moglie del sindaco Crispino, troviamo la ballerina Daniela De Luca. Un personaggio che secondo il regista è interpretato magistralmente, con la giusta grinta, con il giusto tono e con la grande passione che mette la Signora De Luca nella recitazione. Ortensia è uno dei personaggi più difficili di questa commedia, da notare la mimica. Ortensia è molto cattolica, finge di non sopportare quel suo marito tanto antipatico e burbero, ma in realtà gli vuole molto bene ed è la prima a cercarlo quando ... "Si realizza un mio sogno nel cassetto, ossia di cantare dal vivo. Ho amato dal primo momento il mio personaggio per la sua aggressività che in realtà maschera la sua ingenua spontaneità. E' stato bellissimo lavorare con un gruppo molto affiatato. In particolare con Ottavio Buonomo, si è instaurato un ottimo feeling, come se recitassimo insieme da moltissimi anni...".

MARIA APRILE: Coregista del musical, presidente dell'Associazione "Voci del Cuore" nonchè direttrice artistica del coro omonimo e del gruppo vocale "Cantori del Cuore". Inizia la sua "avventura artistica" (così le piace definirla) quasi per caso nel 1995, con un piccolissimo coro di bambini (Papaveri e papere) presso la scuola di musica del maestro P. Sacco di Acerra. Due anni dopo, forma il coro "Voci del Cuore" e da allora ha dedicato la sua preparazione musicale interamente all'attuazione di quel ideale di solidarietà per cui è nata, successivamente (1999), l'associazione che rappresenta. "Mi sento un pò la mamma di tutti: da quando è nato il coro e ancora di più con l'Associazione. Sento una grande responsabilità e ad ogni nuova iniziativa, essa aumenta sempre di più. Spero di non deludere mai le aspettative del pubblico e non solo dal punto di vista artistico, ma soprattutto da quello umano. Infatti il nostro operato, deve sempre rispecchiare l'ideale di solidarietà che ci siamo impegnati a difendere. Grazie di cuore a tutti coloro che ci aiutano a rendere possibile tutto ciò!".

 

 

 

LE CANZONI DEL MUSICAL

1. Aggiungi un posto a tavola
cantata da Andrea Di Nardo e Coro
"La voce di Lassù" è di Antonio Milizia

2. Peccato che sia peccato
cantata da Cristina Di Nardo

3. Sono calmo
cantata da Andrea Di Nardo

4. Concerto per prete e campane
cantata da Andrea Di Nardo, Ottavio Buonomo, Enzo Lenzi, Cristina Di Nardo e coro

5. Buttalo via !
cantata da Andrea Di Nardo, Ottavio Buonomo, Cristina Di Nardo, Daniela De Luca e coro

6. Notte per non dormire
cantata da Andrea Di Nardo e coro

7. Consolazione
cantata da Maddalena Landretta e coro

8. Notte per non dormire (ripresa)
cantata da Andrea Di Nardo e Cristina Di Nardo

9. L'amore secondo me
cantata da Andrea Di Nardo, Maddalena Landretta, Enzo Lenzi e Cristina Di Nardo

10. Una formica è solo una formica
cantata da Andrea Di Nardo, Maddalena Landretta, Enzo Lenzi, Cristina Di Nardo, Daniela De Luca e coro

11. La ballata di San Crispino
cantata da Enzo Lenzi, Cristina Di Nardo, Daniela De Luca e coro

12. Peccato che sia peccato (ripresa)
cantata da Andrea Di Nardo e Cristina Di Nardo

13. Clementina
cantata da Andrea Di Nardo

14. Quando l'arca di fermerà
cantata dal cast

15. L'amore secondo me (ripresa)
cantata da Andrea Di Nardo

16. Aggiungi un posto a tavola (finale)
cantata da tutta la compagnia
"La voce di Lassù" è di Antonio Milizia

 

Affettuoso abbraccio tra Ottavio Buonomo e Maddalena Ladretta durante le prove dello spettacolo (marzo 2005)

 

DA UNA INTERVISTA AD OTTAVIO (marzo 2005)

Di mettere in scena la commedia musicale "Aggiungi un posto a tavola" se ne parlava già alla fine dell' autunno 2003, quando io lasciavo definitivamente la compagnia teatrale "Ricominciamo da Zero". Quel periodo per me era molto fortunato, piovevano spettacoli e richieste di partecipazione a serate, ma un pomeriggio di novembre mi viene proposto di essere il regista e il protagonista di una commedia musicale. La richiesta veniva dalla maestra di canto Maria Aprile (a sua volta madre di Andrea Di Nardo, che io considero un amico del cuore), una persona splendida e che mi ha insegnato tanto, credo che tra me e lei c'è stima e rispetto per i lavori di ognuno, ma non solo, c'è anche un grande affetto che ci lega da più di dieci anni. Da quella sera si cominciò a pensare allo spettacolo, si cominciò a dare una forma al nostro pensiero, anzi ... più che forma, cominciavamo a mettere nero su bianco di quello che si doveva fare. Dal febbraio 2004 si cominciò la distribuzione dei copioni. Il cast, in partenza, non era quello poi deciso definitivamente. Gli unici a tenere i loro ruoli sono stati Andrea Di Nardo (Don Silvestro), Cristina Di Nardo (Clementina), Enzo Lenzi (Toto) e io (Crispino). Nella prima distribuzione dei personaggi, a Maddalena Landretta era stato dato il ruolo di Ortensia, mia moglie, ma poi, Maria e io (la regia è di entrambi, lei cura la parte musicale e io la parte recitata) ci siamo accorti che il personaggio di Consolazione era proprio per le sue corde. Il ruolo di Ortensia poi, è stato affidato diversi mesi dopo alla bravissima e simpatica Daniela De Luca, impegnata già nello spettacolo in veste di coreografa.


COSI' LA STAMPA (sezione di alcuni articoli)

 

ACERRA, UN MUSICAL D'ANNATA

NAPOLI PIU' - Salvo Capello

L'appuntamento è per venerdì 8 e sabato 9 aprile al teatro Italia di Acerra. In scena un classico del teatro leggero italiano: "Aggiungi un posto a tavola" best seller degli anni Settanta. La famosa commedia di Garinei e Giovannini, interpretata al Sistina l'8 dicembre del 1974 da Johnny Dorelli e dai compianti Paolo Panelli e Bice Valori, viene proposta dalla compagnia che fa capo all'associazione "Voci del cuore". Il lavoro è un adattamento di Cristina Di Nardo e Maria Aprile. Esso ha richiesto più di un anno di preparazione: realizzazione delle basi (ognuna rifatta grazie all'impegno del maestro Pietro Lanza Peluso, di Andrea Di Nardo e della maestra Maria Aprile), registrazione dei cori, missaggi di tutti i brani, una scenografia che al "Teatro Italia" di Acerra non si è mai vista, ardue ed estenuanti prove coreografiche dirette dai ballerini Daniela De Luca ed Enzo Lenzi. La regia dello spettacolo è di Ottavio Buonomo e Maria Aprile: il primo ha rivolto le sue attenzioni alla recitazione; la seconda ha curato con grande maestria la parte musicale della commedia, e insieme hanno collaborato affinché si potesse raggiungere un più alto livello professionale nonostante il cast fosse formato da quasi tutti dilettanti. Questa grande commedia musicale nacque dalle menti geniali diGarinei & Giovannini, che, con Iaia Fiastri per i testi ed Armando Trovajoli per le musiche, seppero preparare una miscela esplosiva fatta di un grande cast, bellissime canzoni e una storia fuori dal comune. Insomma non è certo tutti i giorni che arrivano "certe telefonate" ad un parroco di "un piccolo paese di montagna, che sta qui o lì, ovunque piaccia a chi sta ascoltando...". Quindi una commedia senza tempo e senza luoghi precisi, una bellissima favola che si apre proprio con "C'era una volta, anzi c'è, o meglio ancora potrebbe esserci" ... "Aggiungi un posto a tavola" debuttò al Teatro Sistina in Roma l'8 dicembre 1974. La locandina dello spettacolo annunciava i tre protagonisti: Johnny Dorelli, Paolo Panelli e Bice Valori. Le coreografie erano a cura di Gino Landi. Direttore tecnico dello spettacolo Carlo Maresti. La voce di Lassù era affidata al grande doppiatore cinematografico italiano Renato Turi. Nel ruolo di Clementina vi troviamo invece la debuttante Daniela Goggi (sorella di Loretta), che nel 1976 venne sostituita da Jenny Tamburi, stellina del cinema italiano degli anni Ottanta. Nel marzo 1990 la terza edizione dello spettacolo aveva rivoluzionato il cast, nel ruolo di Don Silvestro troviamo sempre il grande Johnny Dorelli, nel ruolo del grettissimo sindaco un magistrale Carlo Croccolo e nel ruolo di Consolazione la bella e impareggiabile Alida Chelli, nel ruolo di Toto invece Adriano Pappalardo. (1 aprile 2005)

 

Le Voci del Cuore per il Sudan

Antonio Pintauro da "La Roccia"

Prima la partecipazione alle trasmissioni televisive "Italiani nel Mondo Festival" e "La carica dei Simpao", poi il grande successo con la rappresentazione di Aggiungi un posto a tavola, che ha visto il Teatro Cilea di Napoli riempirsi all'inverosimile (circa 800 persone presenti), e infine la grande consacrazione che li vedrà partecipare ad una grande manifestazione il prossimo 10 agosto a San Giovanni Rotondo, ripresa tra l'altro dalla RAI, e il gemellaggio con il Coro Antoniano di Bolognam che li ha scelti per farsi rappresentare negli eventi a livello provinciale dal prossimo settembre. Questo l'elenco di alcuni dei grandi risultati che l'Associazione "Voci del Cuore" ha conseguito quest'anno. Essi denotano la maturità artistica e lo spessore umano che il gruppo ha acquistato negli anni. Piccoli e grandi, insieme compongono quella che può essere definita una vera e propria "famiglia artistica" che si nutre dell'aiuto portato agli altri. Quest'anno in particolare, tutto era partito dall'idea di portare in teatro la rappresentazione del musical "Aggiungi un posto a tavola", la grande commedia musicale nata dalle menti geniali di Garinei & Giovannini, che con Iaia Fiastri per i testi ed Armando Trovajoli per le musiche seppero narrare una storia fuori dal comune. "Aggiungi un posto a tavola" debuttò al Teatro Sistina in Roma l'8 dicembre 1974. La locandina dello spettacolo annunciava i tre protagonisti: Johnny Dorelli, Paolo Panelli e Bice Valori. Un'impresa difficile per le "Voci del Cuore" che non a caso, con largo anticipo, avevano pubblicamente invitato chiunque volesse farlo, ad aggregarsi alla compagnia per avventurarsi insieme in questa "sfida". Nonostante le difficoltà, non si sono persi d'animo e, tra mille ostacoli e peripezie, hanno affrontato un durissimo lavoro, contando 450 giorni di preparazione ininterrotta. Sul palco, alla fine, è salito l'intero gruppo, composto dalle "Voci del Cuore" e da "I Cantori del Cuore", con i più piccoli che tenevano grande la scena nel ruolo della "gente del paese". La regia è stata curata dal giovane attore Ottavio Buonomo e dalla maestra Maria Aprile: il primo ha lavorato sulla recitazione, la seconda ha diretto la parte musicale, con gli arrangiamenti di Pietro Lanza Peluso; le coreografie sono state direte dai ballerini Daniela De Luca ed Enzo Lenzi. Alla fine, grazie all'impegno e alla generosità di tutti gli attori, dilettanti ma bravissimi, si è potuto raggiungere il più alto livello professionale possibile. Lo spettacolo è andato in scena per la prima volta l'8 e 9 aprile al Teatro Italia Acerra. Inspiegabilmente, la rappresentazione non ha registrato l'affluenza attesa; eppure si era in "casa" e la stessa associazione aveva lavorato alacremente con l'obiettivo del coinvolgimento delle realtà del territorio, istituzionali e non. "Nemo profeta in patria", avranno detto i grandi ai piccoli del Coro. Ma dopo poco ecco l'exploit: l'Associazione Missionaria Padre Ivo Ciccacci c/o la Parrocchia S. Maria della Consolazione in Napoli e i Padri Comboniani di Via Locatelli a Casavatrore invitano l'Associazione ad una Manifestazione di Arte e Spettacolo per il Sudan prevista per il 16 maggio 2005 al Teatro Cilea di Via S. Domenico a Napoli. L'intero ricavato è stato devoluto all'Ospedale di Mapuordit nel sud del Sudan, tramite il Missionario Fratel Rosario Iannetti, medico chirurgo napoletano. Un grande successo di pubblico ha rimarcato il nobile intento della manifestazione e la bravura dei giovani attori. E quando l'ennesima tegola sembrava volesse piombare sullo spettacolo, il mixer era saltato, una mano dall'alto ha fatto si che tutto procedesse senza interruzione. Oltre alla novità del musical, le "Voci del Cuore" hanno comunque tenuto fece anche quest'anno ai loro impegni ormai "fissi". Hanno onorato, infatti due "classiche" serate: "La Befana vien di notte", in occasione dell'Epifania e "Tutti insieme con semplicità", all'inizio di giugno, dedicato quest'anno alla Locanda del Gigante. "Le Voci del Cuore" hanno anche dato il via ai festeggiamenti per la Festa Patronale dei S.S. Cuono e Figlio.

 

AL TEATRO CILEA UNA RAPPRESENTAZIONE A FAVORE DI UN OSPEDALE DEL SUDAN
"Le Voci del Cuore", passione per beneficenza

ROMA - articolo di Amedeo Finizio 

NAPOLI. Portare in scena un lavoro che storicamente rappresenta il musical italiano di tutti i tempi, non è certamente un impresa facile. "Aggiungi un posto a tavola", celebre commedia musicale di Garinei & Giovannini. scritta con Iaia Fiastri, musiche di Armando Trovajoli e rappresentata per la prima volta al Sistina di Roma l'8 dicembre del 1974; è stata ripresa conm bravura artistica e musicale dalla Compagnia "Le Voci del Cuore", con l'organizzazione dell'Associazione Missionaria Padre Ivo Ciccacci di Villanova ed i Missionari Comboniani. A salutare l'impegno del gruppo, regia di Ottavio Buonomo e Maria Aprile, adattamenti di Maria Di Nardo, coreografie Daniela De Luca ed Enzo Lenzi, musiche di Pietro Lanza Peluso; il folto pubblico che ha gremito la sala del teatro Cilea. L'intero ricavato è stato inviato al missionario Carboniano Fratel Rosario Iannetti, medico chirurgo napoletano, a sostegno dell'Ospedale di Mapuordit nel sud del Sudan. Gli scopi benefici sono stati ricordati in apertura di serata dal presidente dell'associazione Antonio Esposito, dai rappresentanti della Missione, presenti tra gli altri in sala i genitori di Rosario Iannetti e padre Carlo Bellicu, parroco di Santa Maria della Consolazione a Villanova, instancabile nell'opera di solidarietà della sua comunità da sempre all'avanguardia. Andrea Di Nardo nel ruolo di don Silvestro e Ottavio Buonomo in quello di Crispino (nella foto con Gianni Morandi) sono i protagonisti della storia fuori dal comune, senza tempo e senza luoghi precisi, una favola che comincia proprio con "C'era una volta, anzi c'è, o meglio ancora potrebbe esserci" ... Don Silvestro, parroco di una comunità fedele ai suoi ideali, Crispino, il burbero ed avarissimo sindaco, Clementina (Cristina Di Nardo) personaggio solare e sognatore; sono al centro della storia che comincia con la telefonata di Dio (La voce di Lassù), interpretata da un convincente Antonio Milizia, al sorpreso prete. E' in arrivo un secondo diluvio universale, occorrerà, pertanto, costruire un arca per potere così salvare uomini, animali e cose, con Dio complice nel creare tentazioni all'uomo e con finale ormai noto. L'Arca non servirà più, il diluvio cesserà, brillerà il sereno per tutti. Il Coro, davvero apprezzabile quanto a vocalità, è il protagonista dell'apertura e chiusura dello spettacolo con il noto brano "Aggiungi un posto a tavola", con il "Concerto delle Campane", "Notte da non dormire", "Consolazione", ruolo delle "pecorella smarrita" interpretato dalla graziosa Maddalena Landretta che suscita ammirazione per Toto, altro personaggio reso al meglio da Enzo Lenzi. A chiusura di serata il messaggio della storia è chiaro: credere per la fede, non per l'evidenza di un miracolo.

 

GUARDA la galleria fotografica con le immagini dello spettacolo

CLICCA QUI

 

INDIETRO